Trasloco

Siòre e siòri, la Banda Bodò trasloca: dalla casa in affitto a quella nuova di zecca, ancora un po’ in costruzione e tutta da arredare (per questo ci piace di più):

www.bbodo.it

Mi scuso con chi ci seguiva via e-mail o feed: se vi registrate anche di là mi fate felice (e se ci fossero problemi avvertitemi, che vedrò il da farsi)

Io vi aspetto, eh. Intanto bagno i fiori, curo il giardino e spalanco le finestre ché una bella luce è sempre un bel regalo.

Se decidete di venirci a trovare anche di là… grazie!!

Annunci

Arcobaleni inventati: i colori dei bambini

bimbo e fiori“Di che colore è questo? Giallo come?”
“Come il sole”
“Questo è blu come?”
“Il mare”
“Bianco come?”
“La neve”

Li insegniamo così, i colori ai bambini. Facili, diretti. Il verde ricorda i prati brillanti della primavera, il marrone le castagne che pesano sugli alberi in autunno. Semplifichiamo per loro una realtà così ricca di sfumature perché noi stessi abbiamo paura di naufragarci dentro.

Continua a leggere

L’unica cosa nell’ultimo giorno del mondo

Prima di scrivere sul blog, la maggior parte dei post li annoto su un block notes. Non perché io sia irrimediabilmente grafomane, o non solo, ma perché in questo periodo Eliandro vuole vedermi accanto a sé. Così ci accoccoliamo tutti e due sul divano (o tutti e tre, con Lemuele) e nella maggior parte dei casi lui se ne sta buono. A guardarmi e “sentirmi”.

Continua a leggere

Bocciata agli esami del sangue

Missione del giorno: sottopormi a prelievo del sangue. Nella comoda cittadina di Chivasso, a soli 25 chilometri circa da casa. Difficoltà: due pupi da portare con me.

Sveglia puntata alle ore 6.30. Dopo un rapidissimo pit-stop in bagno per aggiustare l’aggiustabile, dopo aver racimolato i vestiti sapientemente sparpagliati la sera prima per casa e trascurando –vista l’ora- qualunque orpello o vezzo che possa vagamente risollevare la mia già compromessa immagine, parto con la sveglia dei pupi.

Continua a leggere